1

questura2 copia

VERBANIA - 05-10-2018 - Vede passare i poliziotti

e gridando "Ue' guagliò" fischia e si tocca i genitali con entrambe le mani in un chiaro gesto di provocazione. E' accaduto nella notte, in piazza San Rocco dove il diciottenne, A.B le sue iniziali, stazionava con un gruppo di amici. Non è napoletano come l'espressione usata sembrerebbe manifestare, ma particolarità nella particolarità, è ucraino. Il giovane, in evidente stato di ebrezza è stato fermato e identificato, ma intanto, nonostante l'equilibrio instabile, ha continuato a insultare e a opporsi con veemenza agli agenti. Atteggiamento che è continuato anche in auto, mentre lo portavano in Questura. Da qui la denuncia a piede libero per oltraggio e resistenza a pubblico ufficiale.

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.