1

c d stato

ROMA – 30.09.2018 – Nessuna sospensiva: la sentenza

resta in vigore e, in attesa di discutere nel merito, il permesso di costruire è annullato. Così s’è espresso venerdì il Consiglio di Stato sul ricorso presentato contro l’ordinanza del Tar Piemonte con cui, in aprile, è stata annullata la pratica edilizia per la realizzazione di un eliporto privato in quota a Vedasco avanzata da una famiglia russa trasferitasi sul Verbano. A ricorrere è stato il Comune, che ha sostenuto la tesi di un interesse pubblico dell’eliporto, non riconosciute però dai giudici che, stabilendo che trattasi di materia esclusivamente privata e non essendovi pericolo o pregiudizio nell’applicare quanto deciso dal Tar, hanno rigettato la richiesta di sospensiva accollando 5.000 euro di spese legali alla Municipalità stresiana. Una decisione definitiva sarà presa in un secondo tempo, in un’udienza di merito, dopo però che al Tar la questione verrà nuovamente trattata. Il 17 ottobre è infatti calendarizzato a Torino il procedimento con cui i vicini di casa della famiglia russa, coloro dai quali tutto è partito, chiedono al Tar di imporre il ripristino dell’area disboscata per far posto all’eliporto.

Al di là delle scaramucce giudiziarie, la possibilità che a Vedasco sorga una piazzola d’atterraggio non è necessariamente legata a Tar e Consiglio di Stato. Prendendo atto di ciò che hanno detto i giudici torinesi, cioè che il permesso di costruire è illegittimo per vizi formali, ma che non esiste l’inedificabilità totale dell’area, la proprietà ha deciso di ripartire da capo, depositando allo Sportello dell’Edilizia privata di Stresa una nuova richiesta con documenti aggiuntivi che recepisce quanto affermato dal Tar, colmando cioè la carenza istruttoria evidenziata dai giudici. I tempi per chiudere la pratica non sono brevi e la scadenza va oltre il 17 ottobre, giorno in cui al Tar si discuterà se dar esecuzione alla sentenza ripiantando gli alberi abbattuti o se attendere.

 

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.