1

bottini marci

STRESA – 28.09.2018 – Ciascuno ha fatto

un passo indietro e, almeno in tribunale, la pace è stata fatta. Da due anni e mezzo, da quando cioè Giuseppe Bottini è diventato sindaco di Stresa e Alfredo Macrì Del Giudice (candidato allo stesso scranno) consigliere di minoranza, i rapporti tra i due sono stati tutt’altro che distesi. Oltre ai botta e risposta delle interpellanze, alla fitta corrispondenza epistolare e ai commenti sui social network, la tenzone politica ha vissuto anche di denunce ed esposti. Come quello chiuso oggi davanti al giudice Rosa Maria Fornelli con la remissione della querela presentata nel 2016 dal primo cittadino per le affermazioni rese da Macrì Del Giudice (già comandante della polizia municipale) su Facebook (ma anche per iscritto) relative al brindisi natalizio che Bottini organizzò in un ristorante stresiano i cui proprietari – alluse – erano “favoriti” dal sindaco. Quest’ultimo, dopo aver sporto denuncia ed essersi costituito parte civile nel procedimento per diffamazione aggravata aperto dalla Procura ai danni del consigliere di minoranza, oggi ha formalizzato quanto già annunciato a marzo, cioè che avrebbe ritirato la querela. In cambio, nelle scorse settimane, la controparte ha rinunciato all’opposizione alla richiesta di archiviazione avanzata dalla Procura per una querela che Macrì del Giudice presentò in seguito al Consiglio comunale in cui il primo cittadino lo definì uno “zero”.

Nella foto, da sinistra: Bottini e Macrì Del Giudice

 

 

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.