1

bus vco

VERBANIA - 12-02-2020 - Con stampante

e computer avrebbe realizzato da sé i biglietti di VCO Trasporti che poi vendeva sul bus che guidava, lungo la linea Verbania-Premeno. Ad accertarlo la Polizia di stato, che ha denunciato l'autista a piede libero per "falsificazione di biglietti di pubbliche imprese di trasporto". Le avvisaglie che qualcosa di Strano accadeva lungo quella linea, giungono a dicembre, quando in Questure vengono presentate diverse denunce relative alla vendita di biglietti falsi di VCO Trasporti, rilasciati ad alcuni passeggeri da un autista della stessa ditta che operava, in particolare, sulla Verbania - Premeno. Biglietti chiaramente contraffatti. A fine gennaio alcuni poliziotti della squadra volente hanno effettuato una serie di controlli mirati ai passeggeri che scendevano dal bus, accertando che, effettivamente, diversi viaggiavano con un titolo di viaggio falso. Tutti, hanno dichiarato che a vendergli il biglietto era stato lo stesso autista, prendendolo dal proprio marsupio e che per validarlo (evitando che gli utenti potessero servizi dell'obliteratrice) lo strappava consegnandone la metà la passeggero. Al termine del turno è seguita una perquisizione al bus, dove occultati nella cassetta del pronto soccorso, sono stati trovati 95 biglietti falsi; ad una successiva perquisizione al domicilio dell'autista, il ritrovamento di cartoncini con alcune matrici dei titoli di viaggio, una stampante multicolor, un pc e un hard disk esterno, verosimilmente usati per la contraffazione. Tutto sequestrato, autista denunciato.

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.