1

cirio lascaris

TORINO – 12-02-2020 – Non s’è dimesso,

non ha replicato, ma la sua posizione politica resta critica. Il giorno dopo aver spedito -annunciata via stampa- la lettera in cui chiedono al presidente Atc Piemonte Nord Luigi Songa di rimuovere i gadget nostalgici del Ventennio dal suo ufficio, invitandolo a dimettersi, il governatore Alberto Cirio e il presidente del Consiglio regionale Stefano Allasia hanno portato il “caso Songa” a Palazzo Lascaris. Con una linea politica -quella delle dimissioni- già segnata, almeno nella richiesta formale, il dibattito è stato una sorta di tutti contro uno. Solo Fratelli d’Italia, il partito di cui l’omegnese è segretario provinciale del Vco, l’ha difeso. Non tanto nel merito della questione, perché è unanime il parere che il busto stilizzato del Duce e i libri sul fascismo non debbano stare in un ufficio pubblico; quando nel metodo, perché anziché chiederne pubblicamente la testa si sarebbe potuto pretendere spiegazioni.

A prescindere dai commenti, sul tavolo resta la lettera dei due presidenti, che è stata letta in aula, e che li espone in prima persona riducendo lo spazio politico per un ripensamento, tanto più che per le dimissioni si sono espressi il capogruppo della Lega Alberto Preioni e quello di Forza Italia Paolo Ruzzola, cioè le altre due forze – con Fratelli d’Italia – della maggioranza di centrodestra che da giugno guida il Piemonte.

Tutto è rimesso alle segreterie politiche, ma anche al diretto interessato. Che, se si impuntasse e non lasciasse il posto, creerebbe un’impasse risolvibile solo con la sfiducia dei restanti quattro membri del cda. Di questi, due sono di minoranza: Piergiacomo Baroni di Demos (civica di sinistra) ed Emiliano Marino del Pd. Per la maggioranza c’è Leo Spataro, novarese di Forza Italia, e Marco Marchioni, leghista di Baveno. Quest’ultimo era stato designato presidente in autunno, salvo risultare incompatibile perché presidente del Consiglio dell’Unione dei comuni di cui fa parte Baveno.

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.