1

frana2014

CANNOBIO - 14.05.2019 - Giandomenico Albertella non ci sta. Il no di Roma alla dichiarazione dello stato d'emergenza per accelerare i lavori di messa in sicurezza sulla statale 34 "è una scelta lontana dalla gente, una scelta sbagliata" dice: "Bisognerà aspettare qualche altro tragico evento? Basta parole, vogliamo fatti".
Il candidato sindaco di Verbania, primo cittadino uscente di Cannobio, commenta con amarezza l'annuncio giunto ieri dal sottosegretario Carlo Sibilia: "Pur essendo una decisione prettamente tecnica e non certo politica, come qualcuno strumentalmente vuol far passare, sono deluso, amareggiato e preoccupato e la considero una decisione sbagliata - precisa Albertella-. Alla luce delle relazioni tecniche e degli studi predisposti dal Politecnico di Torino e dai geologi trasmessi alla Regione, noi Sindaci dei Comuni interessati, abbiamo fatto tutto quanto era nelle nostre possibilità per sollecitare la Regione stessa a richiedere al Dipartimento Nazionale della Protezione Civile la dichiarazione dello stato di emergenza. Le conclusioni degli studi rispetto alla pericolosità della strada sono chiare, ma probabilmente non sufficienti per i tecnici della Protezione Civile. Vi assicuro che il mio personale impegno continuerà e sarà ancora maggiore per chiedere a coloro che saranno eletti in Regione Piemonte il prossimo 26 maggio di attivare, con la massima urgenza, le procedure amministrative affinchè i lavori di messa in sicurezza della SS 34 possano essere avviati senza dilazione di tempi. E se, come ha dichiarato dal sottosegretario Crippa, l'attuale normativa non lascia spazio alla dichiarazione dello stato di emergenza per quanto riguarda la SS34, chi ha responsabilità di governo si affretti senza alcun indugio ad apportare la modifica normativa che permetta l'accelerazione dei lavori della Statale e di quelli che riguardano l’intero Paese. Non avete altro tempo da perdere e passate dalle parole ai fatti", conclude.

(Foto: lavori sulla frana di Cannero del 2014)

 

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.