1

cannobio frana4

VERBANIA - 15.03.2019 - Scintille giudiziario-politiche da campagna elettorale. 

Si avvicinano le elezioni comunali del 26 maggio e si scalda il clima politico. Nel mirino finisce Giandomenico Albertella, sindaco di Cannobio e candidato primo cittadino a Verbania per Lega, Forza Italia e Fratelli d'Italia ma anche, nel suo ruolo istituzionale attuale (anche come presidente dell'Unione dei comuni del Lago Maggiore) imputato di frana, omicidio e lesioni colpose nel processo per la frana killer che il 13 marzo 2017 costò la vita a un motociclista in transito sulla statale 34. 

Secondo il gruppo consiliare "Con Silvia per Verbania", riprendendo la posizione che la Lega ebbe l'anno scorso nel procedimento penale a carico dell'assessore Laura Sau (poi assolta), Albertella dovrebbe dimettersi, "Perché i rappresentanti della Lega non chiedono le dimissioni di Albertella? - si chiedono in un comunicato stampa -. Un anno e mezzo fa (...) l'avevano fatto. Ora che è il loro candidato a sindaco a subire lo stesso iter giudiziario sono invece in silenzio. Quello che vogliamo evidenziare è l’ennesima prova di incoerenza”.

La replica del Carroccio è una presa di distanza e un contrattacco: “Le critiche mosse anni or sono dalla Lega nei confronti di un assessore allora rinviato a giudizio, furono fatte da persone che non appartengono più alla Lega Salvini - scrive il commissario Alberto Preioni, riferendosi alla gestione di Roberto De Magistris e Stefania Minore -. Spiace soprattutto verificare il bassissimo livello dell’attacco. Quanto contestato al sindaco Albertella non fa riferimento a eventuali danni di natura dolosa nei confronti della pubblica amministrazione, ma purtroppo ad una tragedia avvenuta sulle strade. Strade dove Albertella, anche nelle sue vesti di presidente dell’Unione montana, ha fatto di tutto e di più per garantire la sicurezza”.

 

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.