1

gdf botti

TORINO – 27.12.2018 – Otto imprenditori denunciati

e 250.000 botti irregolari sequestrati. Gli stringenti controlli disposti dalla Guardia di finanza in tutto il Piemonte contro i rischi dei fuochi d’artificio fai-da-tè hanno prodotto i primi risultati a Torino. Le Fiamme Gialle da qualche tempo tenevano sotto controllo i titolari di alcune attività di rivendita di mortaretti, seguendo i quali sono riusciti a individuare numerosi depositi abusivi. Alcuni erano stati collocati in scantinati e seminterrati di palazzi di quartieri densamente abitati. Il materiale, svariate tonnellate di esplosivo, era privo del marchio di conformità CE e, in caso di incidente, avrebbe potuto provocare crolli, feriti e morti.

I baschi verdi hanno individuato otto cittadini di nazionalità cinese che sono stati denunciati. I fuochi pirotecnici sequestrati saranno fatti brillare in sicurezza nei prossimi giorni. Le indagini proseguono per individuare il produttore dei botti. Analoghi controlli sono in corso in tutta la regione.

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.