1

eserc treni

MILANO – 04.11.2018 – L’esercito per garantire la sicurezza

di passeggeri e operatori delle tratte ferroviarie più a rischio, quelle lungo le quali si riscontrano con maggior frequenza minacce e aggressioni. A chiedere un intervento al governo è l’assessore regionale alla Sicurezza, Immigrazione e Polizia locale della Lombardia, Riccardo De Corato, che agli annosi problemi denunciati dai pendolari (treni troppo pieni, sporchi o malmessi, e in ritardo) ha aggiunto quello che rileva dopo alcuni fatti di cronaca dei mesi scorsi. Fatti che ritiene impongano un servizio di vigilanza, proponendo come soluzione tampone – il governo s’è impegnato a potenziare le forze di polizia – l’impiego di militari dell’esercito. L’utilizzo, se confermato, avrà priorità sulle tratte considerate più a rischio, a iniziare dalla Saronno-Seregno-Milano-Albairate, la linea che attraversa la parte nord della città in quartieri in cui si rilevano fenomeni di spaccio. Osservate speciali anche la Milano-Carnate-Lecco, la Lecco-Molteno-Monza-Milano, la Mortara-Milano, la Voghera-Pavia-Milano, la Milano-Carnate-Bergamo , la Domodossola-Arona-Milano, l’unica che è interregionale e travalica i confini lombardi.

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.